Categoria: Spirito

Anima e Spirito in Luca

Anima e Spirito in Luca

Luca, autore dell’omonimo vangelo e del libro degli Atti degli Apostoli, mette in risalto nelle sue opere, con taglio molto narrativo, il grande desiderio di salvezza di Dio per ogni uomo. Nel primo passaggio in esame, troviamo psyché usata come in Marco (vita in senso complessivo) contrapposta però alla morte fisica: «Chi vorrà salvare la …

+ Read More

Anima e Spirito in Marco

Anima e Spirito in Marco

Benché non molto utilizzato, il secondo vangelo ebbe sin dalle origini un ruolo non marginale nel processo di diffusione della Parola all’interno delle comunità. Nonostante la povertà del vocabolario e la semplice sintassi, Marco riesce ad essere un narratore piacevole ed intelligente. Anche qui, come nel Vangelo di Matteo, la psiche costituisce un bene prezioso: …

+ Read More

Lo pneuma profetico nella Prima Apologia di Giustino

Lo pneuma profetico nella Prima Apologia di Giustino

Giustino emerge tra i Padri del II secolo come uno tra i più importanti apologisti greci ed una delle più affascinanti e significative personalità del cristianesimo antico. Discendente di coloni pagani, con tutta probabilità di origine latina, nacque intorno al 100 d. C. Fu scrittore apologista molto fecondo approdato al cristianesimo dopo un lungo itinerario …

+ Read More

Agostino. Lo spirito quale presenza reale di Dio nell’anima umana

Agostino. Lo spirito quale presenza reale di Dio nell’anima umana

Il platonismo fu considerato in maggior sintonia con la rivelazione e la riflessione cristiana primitiva di quanto non lo fosse l’aristotelismo poiché il primo permetteva maggiore sviluppo speculativo della teologia di taglio contemplativo e ascetico. Agostino mantiene una certa dipendenza da questa visione: «Certo che l’anima non è tutto l’uomo ma la sua parte migliore, …

+ Read More

La visione tricotomica dell’uomo in Origene

La visione tricotomica dell’uomo in Origene

La visione della natura dell’anima di Origene è assai vicina a quella del platonismo classico, senza però giungere mai ad associare il male direttamente alla corporeità. Per l’autore l’esperienza del corpo serve per elevare l’anima vivendo a pieno quella che è «l’immagine e somiglianza» che Dio stesso ha concesso all’uomo attraverso il dono dello spirito.

Translate »